La fortezza di Mauro

L’Oasi Serramarina nasce da un’intuizione, da una ricerca attenta della bellezza, scovata come un tesoro nascosto. Nell’andirivieni di questo cercare, guardando con attenzione là dove solitamente i luoghi passano inosservati, per abitudine o distrazione, è avvenuto l’incontro con l’Abbazia San Salvatore. Il coraggio e la lungimiranza hanno portato ad avviarne la restaurazione: era il 1999, ed essa è andata avanti, poco per volta, dovendosi confrontare con l’imponenza dei resti del passato. L’Abbazia è un sito archeologicamente rilevante motivo per cui, nei lavori di restauro, si è deciso di operare conservandone l’architettura originale, mantenendo intatta la struttura.

Restano tracce evidenti della storia di questi luoghi, come si evince dal portone dell’Abbazia, risalente all’anno 1000, oggetto di un premuroso intervento di restauro. Molti i ritrovamenti avvenuti durante le opere di ristrutturazione, anche ossa umane analizzate poi dalla sovrintendenza di Lecce.

La Fortezza di Mauro è un progetto che nasce dall’idea di un sognatore che ha sempre creduto nel territorio lucano, nelle sue potenzialità e nella sua valorizzazione. Mauro era una persona lungimirante e consapevole che, dal connubio tra tradizione e innovazione, poteva nascere qualcosa di superlativo.
Clelia Desireè Annese

Dal 1999 in poi le opere di restauro sono procedute poco per volta, un luogo alla volta, come si fa con le cose di cui ci si prende cura. A cominciare dalla chiesetta, che ha riportato alla luce affreschi sopra l’altare; è venuta poi la volta de “La Scarpetta”, edificio che i monaci adibivano a deposito, ed ancora “La Quagliata”, utilizzata come caseificio. Ed infine “Il Casino”, affettuosamente ribattezzato così, che un tempo, probabilmente, ospitava la residenza del latifondista.

Immersi in dodici ettari di giardino si celano: la corte con il pozzo, la sala biliardo e l’Abbazia vera e propria, con le sue botole che un tempo portavano ai depositi granai dei monaci. Anche nel salone si conservano le tracce della vita di un tempo: ove oggi sono allestiti salottini, un tempo vi erano le celle in cui i monaci trovavano ristoro. Il piano sottostante a quello principale ospita la nostra cantina, ripercorrendo i passi di un tempo, tra le atmosfere che queste mura hanno saputo preservare dal trascorrere dei secoli.

La Fortezza di Mauro è più di un ristorante: la ricerca delle materie prime e la cura che si ha nella loro rielaborazione è frutto di uno studio attento che intreccia passione e professionalità al fine di garantire un risultato eccellente.
Clelia Desireè Annese

Visualizza i nostri Menu

Menu a la carte

Menu degustazione

IMG-20220214-WA0016

PRESTO DISPONIBILE

Prenota un tavolo